Comitato don Peppe Diana (promotore dell'iniziativa)

Il "Comitato don Peppe Diana" è un'associazione di promozione sociale nata ufficialmente il 25 aprile 2006, come frutto di un percorso di diversi anni, che ha coinvolto persone e organizzazioni unite dalla convinzione che il messaggio, l'impegno e il sacrificio di don Giuseppe Diana non dovessero essere dimenticati. Tra le altre attività gestisce “Casa don Diana” un bene confiscato alla camorra, ubicato sul territorio di Casal di Principe, che si configura come un luogo di formazione non formale sui temi dell'economia sociale.


Libera | Associazioni nomi e numeri contro le mafie (partner dell'iniziativa)

Libera è una rete di associazioni, cooperative sociali, movimenti e gruppi, scuole, sindacati, diocesi e parrocchie, gruppi scout, coinvolti in un impegno non solo “contro” le mafie, la corruzione, i fenomeni di criminalità e chi li alimenta, ma profondamente “per”: per la giustizia sociale, per la ricerca di verità, per la tutela dei diritti, per una politica trasparente, per una legalità democratica fondata sull’uguaglianza, per una memoria viva e condivisa, per una cittadinanza all’altezza dello spirito e delle speranze della Costituzione.


N.C.O. Nuova Cooperazione Organizzata (soggetto attuatore dell'iniziativa)

Il consorzio di cooperative sociali “Nuova Cooperazione Organizzata” che, attraverso un modello di welfare innovativo basato sulla rigenerazione dei percorsi di vita attraverso la rigenerazione del territorio stesso, mira a contribuire ad una crescita civile del territorio, sostenuta dalla cultura dell’inclusione e della legalità, attraverso la creazione di attività di economia sociale sostenibili che creano lavoro dignitoso per le persone in difficoltà.

Le attività sono finalizzate al coinvolgimento della collettività, per il cambiamento socio culturale del territorio e per rendere sempre di più i beni confiscati e/o comuni simboli e risorse di comunità libere dalla camorra. Inoltre tutte le attività vengono realizzate con l’obiettivo di fornire prodotti e servizi di qualità nel rispetto dell’ecosistema.

Il consorzio è costituito dalle cooperative sociali Agropoli, Al di là dei sogni, Eureka, Osiride e Un Fiore per la vita



I produttori 


Coop. Agricoltura Capodarco

Agricoltura Capodarco è una cooperativa sociale di tipo B che si è insediata nel territorio di Grottaferrata più di 30 anni fa. Sorta intorno ad un piccolo nucleo di soci della Comunità Capodarco di Roma, è divenuta negli anni parte integrante del tessuto sociale e produttivo del territorio. L’impegno quotidiano della Cooperativa si concretizza,attorno al raggiungimento di due importanti obiettivi, che sono la centralità della persona ed il rispetto dell’ambiente.

La strada intrapresa, che riassume entrambe tali finalità, converge nell’Agricoltura sociale, ambito che utilizza le pratiche agricole al fine di generare benessere per la comunità locale e realizzare interventi di rilevanza sociale rivolti a persone in condizione di disagio.

Nello specifico, le attività connesse all’Agricoltura sociale riguardano l’ambito socio-terapeutico e riabilitativo, quello educativo-didattico, formativo, dell’inserimento al lavoro, dell’animazione territoriale, della promozione del consumo responsabile, della tutela del patrimonio paesaggistico-ambientale, etc..


Coop. Agropoli | Etiket Agenzia di comunicazione sociale

La cooperativa “Agropoli”, nata nel 2001, è un “Laboratorio” in cui a partire da un percorso di inclusione sociale di persone svantaggiate si è posta maggiore attenzione ai contesti di comunità, promuovendo un empowerment di comunità finalizzato al riscatto territoriale dal degrado socio-economico prodotto dal regime camorristico. È impegnata in Progetti Terapeutici e Riabilitativi sostenuti da Budget di Salute (art. 46 della L.R. 1/2012 della Campania) e nel 2007 ha attivato un'attività imprenditoriale innovativa (ristorante pizzeria sociale “NCO – Nuova Cucina Organizzata”) basata sull'inserimento lavorativo di persone svantaggiate, che è stata trasferita successivamente in un bene confiscato a Casal di Principe. Nel 2014 ha avviato un'ulteriore attività imprenditoriale (“Etiket - agenzia di comunicazione sociale”) con sede in bene confiscato in San Cipriano d'Aversa dove è presente anche un centro di aggregazione giovanile dotato di una sala prove e di incisione musicale.


Coop. Al di là dei sogni | Fattoria dei Sogni

Cooperativa sociale di tipo B "Al di là dei sogni" onlus è stata costituita nel 2004 da un gruppo di giovani, tecnici del settore, con forti radici nel volontariato e nella promozione attiva del proprio territorio, tesa come organo di senso, a captare esigenze e bisogni e a convertirli in servizi e risorse.

Un progetto che si è rafforzato negli anni, grazie all’esperienza dei P.T.R.I. in coogestione con l’Asl Caserta e, per i quali, utenti dei servizi sanitari psichici e della riabilitazione, attraverso i gruppi di convivenza, vengono inseriti in percorsi lavorativi ritrovando una “normale e quotidiana terapeuticità”.

Oggi la cooperativa gestisce il bene confiscato di Maiano di Sessa Aurunca, che ospita un gruppo di convivenza in inserimento lavorativo, attività di accoglienza per turisti responsabili e un impianto di trasformazione di prodotti biologici.


Coop. Altereco | Terra Aut

La Cooperativa Sociale Altereco di Cerignola nasce nel 2008 con l’obiettivo chiaro di rivolgersi agli ultimi. Da subito aderisce all’associazione “Libera associazioni nomi e numeri contro le mafie”.Dal 2011ottiene la gestione di un bene confiscato alla mafia che viene intitolato “Terra Aut” dedicato alla memoria di Peppino Impastato e del suo impegno con Radio Aut. Su questo appezzamento di terra di circa 8 ha si genera lavoro attraverso un’economia etica fondata sul rispetto dei diritti lavoratori tanti progetti volti all’inserimento lavorativo di persone in difficoltà. La cooperativa produce olio di oliva, confetture di ciliegie, confettura di uva e a breve avvierà la produzione di succo di melograno e confettura di melograno. La cooperativa inoltre si occupa di formazione ed educazione alla cittadinanza attiva e antimafia sociale, curata dall’equipe interna composta da progettisti ed educatori professionali.


Coop. Altri Orizzonti | Made in Castel Volturno

La cooperativa sociale “Altri Orizzonti” gemma nel 2010 dall'associazione Jerry Essan Masslo, operando in un bene liberato dalla camorra oggi conosciuto come “Casa di Alice”. Il progetto MADEin CastelVolturno nasce nel 2011 con l'obiettivo di dare risposte concrete e valide alle realtà eterogenee e multietniche presenti sul territorio.


Coop. Davar | Cioccolateria Dulcis in Fundo

Nel 2003 nasce "Davar" la Cooperativa Sociale che ha preso vita grazie all’incontro di alcuni ragazzi dell’Azione Cattolica della Parrocchia San Nicola di Casal di Principe, la chiesa di Don Peppe Diana.

Il loro obiettivo è da sempre quello di realizzare in maniera condivisa progetti di impresa a sfondo sociale. Uno dei progetti più significativi è senza dubbio il laboratorio di cioccolateria sociale che vede impegnate al lavoro infatti persone diversamente abili che hanno la passione per la cioccolata. Il laboratorio di cioccolateria sociale gestito dalla cooperativa Davar si trova a Casal di Principe in un bene confiscato alla camorra.


Coop. Eureka | Cantine Vitematta

Eureka è una cooperativa sociale che, dal 2005, contribuisce all’emancipazione sociale e lavorativa del territorio di Casal di Principe attraverso la cura e l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati, nel settore dell’agricoltura e della vinificazione. Ad oggi, la cooperativa gestisce circa 11 ettari di terreni confiscati tra Casal di Principe e Santa Maria La Fossa, di cui una parte con produzione biologica, producendo una vasta gamma di frutta tra cui uva da vino, albicocche, pesche, mela annurca, prugne, venduta a km zero secondo il principio della filiera corta. Dal 2015 produce vini a marchio “Vitematta” che viene trasformato ed affinato in grotte secolari scavate nel tufo tipiche dell’Agro Aversano, che presentano l’umidita, la luce e la temperatura ottimale per una corretta conservazione del vino.


Coop. Oasiproject | Maglificio 115Passi

La cooperativa sociale Oasiproject dal 2013 sta riconvertendo una villa bunker confiscata al clan Graziano nel comune di Quindici (AV). Ha avviato il progetto Maglificio 100Quindici Passi con la missione di Tessere trame di speranza per accompagnare e sostenere il riscatto sociale di un intero territorio. Non solo una realtà produttiva ma un luogo dove intessere relazioni, far incontrare persone e idee per realizzare sogni e speranze.


Coop. I fiori della mowha | PiattoMatto 

La cooperativa sociale I fiori della Mowha nasce il 30 luglio 2014 dal clan Sagamgape del gruppo scout San Nicola la Strada 1. La cooperativa lavora e da lavoro a ragazzi con la sindrome di Down; insieme a loro infatti è stato aperto il ristorante Piatto Matto il 19 marzo 2016, nel centro storico di Caserta gestito dagli stessi soci della cooperativa. Inoltre la cooperativa ha al suo interno il Lab.sociale 3X7 che produce oggetti di artigianato con materiali da riciclo. La cooperativa organizza da 3 anni la Sagra del maialino nero casertano e attraverso questa riesce a valorizzare il lavoro dei propri soci e la bellezza culinaria della nostra terra.


Coop. Terra Felix | La Tipicheria

La cooperativa nasce in Provincia di Caserta come spinoff di Legambiente nel 2011 durante la realizzazione del progetto di riqualificazione del Casale di Teverolaccio, una masseria fortificata del ‘700 abbandonato all’incuria. Durante gli anni, con l’impegno di Legambiente e della Cooperativa si sono avviati numerosi progetti di valorizzazione della nostra terra dall’agricoltura sociale all’educazione ambientale, dalla tutela del territorio alla promozione delle eccellenze del territorio, della tutela del patrimonio delle tipicità agricole alla trasformazione e la ristorazione tradizionale. Terra Felix combatte ogni giorno per promuovere la bellezza del nostro territorio per contrastare il terribile fenomeno della terra dei fuochi.


Coop. Un Fiore per la Vita | Fuori di Zucca

Un Fiore per la vita è una cooperativa sociale che si occupa dell’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate, prevalentemente attraverso l’agricoltura sociale e biologica.

La cooperativa sostiene l’abitare la Comunità in modo attivo, promuovendo la cultura del rispetto delle persone e dell’ambiente, tramandando la tradizione rurale della storica Campania Felix, ma anche i moderni metodi agricoli e le nuove attività produttive, per restituire dignità e valore alle persone. Dal 2005 seguendo queste aspirazioni, ha dato vita alla Fattoria Sociale “Fuori di zucca”, una struttura con sede nell’ex Ospedale psichiatrico di Aversa che si compone di un Agrituirismo, una Bottega di prodotti biologici e da agricoltura sociale, una fattoria didattica riconosciuta dalla Regione Campania.


Coop. Ventuno | La Busta Giusta

La Cooperativa Ventuno è una start-up nata per la rivendita di prodotti ecologici e compostabili (dai bioshopper ai prodotti per l’agricoltura a quelli usa e getta per la ristorazione) nata dall’idea e dall’impegno di familiari di vittime innocenti della criminalità organizzata.

Ma la loro morte non è stata vana, perché il loro coraggio e la voglia di una società civile fondata sulla legalità e sul lavoro onesto continua oggi a vivere nella cooperativa sociale fondata dai loro familiari.


Cleprin SRL | Con Te

La Cleprin è un’industria chimica nata nel 1991 che produce detergenti per uso professionale (sgrassanti, disincrostanti, disinfettanti, lavapavimenti, Prodotti per lavastoviglie e lavatrici. Tutti i formulati sono studiati in collaborazione dell’Università di Salerno per minimizzare l’impronta ambientale.

Certificata 9001-14001-18001-SA8000 e Rating di Legalità 3 stelle.

Dal 2007 una collaborazione continuativa con UNISA.

Partener del Consorzio NCO e de La Res


Slow Food Campania | Leguminosa

Slow Food è una grande associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali. Ogni giorno Slow Food lavora in 150 Paesi per promuovere un’alimentazione buona, pulita e giusta per tutti.

Leguminosa è un progetto ideato da Slow Food Campania per portare la conoscenza dei legumi ai consumatori attraverso una rete di relazioni che ne comunica il valore, le storie di produzione e le informazioni nutrizionali e organolettiche. Leguminosa si concretizza in due azioni di pari importanza: un evento biennale (prossima edizione 9 -11 marzo 2018) con un mercato internazionale allestito nel cuore di Napoli e un network permanente di gastronomie che propongono in vendita i legumi e locali di ristorazione che li inseriscono nelle preparazioni dei propri menù.