NCO – Nuovo Commercio Organizzato
E' un marchio ad ombrello del Consorzio N.C.O. Nuova Cooperazione Organizzata, che promuove una filiera produttiva etica e mira all'educazione, all'integrazione lavorativa e al recupero sociale di persone momentaneamente in difficoltà come minori, tossicodipendenti, sofferenti psichici attraverso attività di agricoltura sociale.
La Nuova Cooperazione Organizzata trasforma quei luoghi una volta simboli di violenza e di sopraffazione a luoghi simbolo di riscatto e Legalità grazie alla collaborazione tra le istituzioni e tutte le realtà sociali del territorio. Le attività agricole privilegiano le specie vegetali legate al territorio, sostenendo così la qualità del prodotto sulla quantità, cercando di recuperare gli antichi sapori che con le produzioni massive e le piante ibride stanno man mano scomparendo.


FACCIAMO UN PACCO ALLA CAMORRA
"Facciamo un pacco alla camorra", è un'iniziativa che promuove il territorio, valorizzando e rafforzando quelle esperienze che, oltre a produrre beni e servizi in ambito agro-alimentare, utilizzano beni confiscati e svolgono un'attività sociale, attraverso l'inserimento lavorativo in azienda o il recupero terapeutico di soggetti socialmente deboli e svantaggiati.
L'iniziativa, giunta alla sua settima edizione, rappresenta l'espressione concreta di "Una Sfida di Qualità" che si sta portando avanti a partire dal territorio campano. Una sfida che oggi diventa ancora più tangibile grazie al progetto "La R.E.S. Rete di Economia Sociale". Il progetto, sostenuto dalla Fondazione con il Sud, si pone l'obiettivo di rendere sostenibili i percorsi di economia sociale sui beni confiscati attraverso l'implementazione di tre principali filiere di economia sociale (Agroalimentare, della Comunicazione Sociale e del Turismo Responsabile).
A sostegno di questi percorsi, è stata costituita anche la "Rete di imprese per lo sviluppo locale": il primo raggruppamento di imprese in Italia che, utilizzando lo strumento innovativo del contratto di rete, si impegna nel rendere produttivi i beni confiscati alle mafie.
La rete, aperta anche ad organizzazioni for profit che ne condividono gli intenti, è costituita da 11 imprese che hanno individuato quale organo comune il consorzio "N.C.O. – Nuova Cooperazione Organizzata" e organo di garazia Libera e il Comitato don Peppe Diana.


FATTORIE BIO | FATTORIE DOC
Sono finalmente in commercio i nuovi prodotti del consorzio Nuova Cooperazione Organizzata "NCO"; si tratta di due linee di produzione: (*) "fattorie bio" e   (**) "fattorie doc" nate con l'intento di valorizzare, rispettivamente, da un lato la coltivazione biologica e dall'altro le tipicità territoriali.
Ai principi cardini che da sempre hanno accompagnato i prodotti NCO:
Prodotti coltivati con l'inserimento lavorativo delle fasce svantaggiate;
Prodotti coltivati sui beni comuni o sui beni confiscati alla camorra;
Prodotti che promuovono la coltura biologica;
Si aggiungono altre caratteristiche:
Fare rete con le imprese agricole "sane" del territorio per promuovere una rete di economia sociale come antidoto all'economia criminale e per promuovere le eccellenze e le tipicità del territorio campano;
Chiudere e garantire l'intero ciclo della filiera, dal prodotto fresco al trasformato.  Grazie alla realizzazione di un impianto di trasformazione sul bene confiscato "A. Varone" a Maiano di Sessa A. della coop. soc. "Al di là dei sogni", socia del Consorzio NCO, vengono trasformati i nuovi prodotti a marchio NCO- fattorie bio e fattorie doc.
_____
* La linea "fattorie bio" è una linea di prodotti a coltura biologica, coltivati con passione grazie ad un sistema produttivo sostenibile in grado di controllare e certificare l'intero ciclo di vita del prodotto.
** La linea "fattorie doc" è una linea di prodotti nata per promuovere le tipicità e le eccellenze del territorio campano.